Presentazione della Settima edizione dell’evento “Rosa di Sera”

16683898_1421965737856210_2459389321042003648_n

Il giorno 23 febbraio 2018, presso la sala consiliare del Comune di Bracciano, si è svolta la conferenza stampa per la presentazione della settima edizione dell’evento “Rosa di Sera”, video-concerto che si terrà all’interno del castello Odescalchi.

83098d7c-f1fa-4a74-96f1-ec84d3c959a3Hanno aperto la conferenza Il Sindaco di Bracciano Armando Tondinelli e il sindaco di Trevignano Romano Claudia Maciucchi, che hanno dato il benvenuto ai presenti ed espresso la vicinanza da parte delle amministrazioni pubbliche alle tematiche relative alla lotta contro il tumore al seno.

I relatori che si sono susseguiti hanno presentato le iniziative di prevenzione, informazione e ascolto relative ad una malattia che non può essere mai sottovalutata. Queste attività svolte hanno contribuito ad una apertura da parte delle donne nell’affrontare e condividere la loro condizione.

Il giorno 8 e 9 marzo si svolgerà la “Carovana della prevenzione” nell’ambito di in un programma nazionale itinerante nel corso del quale sarà possibile effettuare visite gratuite mediante prenotazione. In particolare sarà possibile prenotare, a scelta, una tra le seguenti prestazioni: mammografia, consulenza nutrizionale e terapia shiatsu, esclusivamente per le donne di età compresa tra i 40 e i 49 anni e superiori ai 70 anni. Fino ad oggi le unità mobili in giro per l’Italia hanno effettuato più di 4000 visite di prevenzione. Esse non sostituiscono i servizi offerti dal Sistema Sanitario Nazionale ma hanno l’intento di costituire una risorsa in più.

Nel territorio di Bracciano è possibile prenotare tramite lo staff di AccessEmotion attraverso le seguenti modalità e orari:

Da lunedì al venerdì (ore 10:00 – 12:00 e 15:00 – 19:00)

Sabato 10:00 -12:00

Tramite numero di telefono: 371-1566804

Tramite E-mail: lunella53@gmail.com

Il Dott. Stefano Magno, senologo presso il Policlinico Gemelli di Roma, ha presentato il Video Concerto che si terrà domenica 11 marzo presso il Castello Odescalchi di Bracciano alle ore 16:00, finalizzato ad evidenziare il potere della musica come veicolo di guarigione (musicoterapia). La serata sarà l’occasione anche per una raccolta fondi che saranno devoluti alla Susan G. Komen Italia, impegnata ormai da diversi anni nel migliorare la qualità di vita e di cura per le pazienti oncologiche. Ospite d’eccezione della serata sarà Emiliano Toso, musicista, biologo e interprete di Translational Music, progetto finalizzato ad unire il mondo della musica alla benessere psico-fisico. Il Castello, simbolo del nostro territorio noto in tutto il mondo, sarà illuminato di Rosa e la scelta di tale luogo è dovuta al suo valore storico e simbolico di protezione.

Con AccessEmotion quest’anno è possibile iscriversi anche alla Race for The Cure di Roma, tradizionale ed emozionante corsa di 5 km e passeggiata di 2 km, che è un evento simbolo di Komen Italia, nonché la più grande manifestazione per la lotta ai tumori del seno in Italia e nel mondo.

La tua iscrizione alla corsa è una donazione finalizzata a sostenere i progetti di Komen Italia per la lotta ai tumori del seno.

Per informazioni contattare il numero 371-1566804 oppure visitare il sito dell’organizzazione: http://www.komen.it/index.php

evento in rosa

Al Liceo Scientifico Ignazio Vian: Seminario Pedagogico sulla prevenzione del disturbo psichico e delle disabilità nell’età evolutiva e nell’adolescenza.

5de80df4-2412-438e-a5ab-170fbd5cb766

Nella mattinata di Venerdì 16 Febbraio si è tenuto presso il Liceo Scientifico Ignazio Vian di Bracciano un importante seminario pedagogico in presenza della Dott.ssa Claudia Della Ceca e dell’Associazione “Accessemotion” da sempre attiva e sensibile al tema dell’accessibilità nella disabilità. L’evento ha trattato ad ampio spettro i temi della prevenzione del disturbo psichico e delle disabilità nell’età evolutiva e nell’adolescenza. L’intervento della Dott.ssa si è poi focalizzato sul nuovo linguaggio dell’inclusione e dell’integrazione sociale (ICF) spiegando la strutturazione dei percorsi pedagogici individuali e di gruppo, definendo anche il lavoro sulle emozioni nella disabilità. È stato subito mostrato grande interesse e coinvolgimento da parte dei ragazzi del quarto liceo scientifico Ignazio Vian, i quali hanno posto moltissime domande e curiosità riguardanti il tema della disabilità, nonché chiarimenti sulle linee di intervento del Pedagogista nell’affiancamento delle possibili situazioni a rischio.

DISABILITA’, APRE A MILANO NUOVA SEDE DE L’ARTE NEL CUORE ONLUS IL PROGETTO FINANZIATO DALLA FONDAZIONE CARIPLO

Tiziano + Isabel

Venerdì 29 settembre alle ore 17,00 a Milano, presso la sala CAM GABELLE, Via San Marco, 45, si terrà la presentazione della nuova sede de L’Arte nel Cuore, unica accademia al mondo di spettacolo per ragazzi disabili e normodotati.

  A 13 anni dall’apertura di quella romana, infatti, grazie al sostegno della Fondazione Cariplo nell’ambito del progetto Il talento oltre le barriere, la Onlus, diretta da Daniela Alleruzzo, sbarcherà nel capoluogo lombardo ospitata negli spazi del Cam Gabelle (via San Marco, 45).

Nella nuova sede dal mese di ottobre saranno operativi i corsi di recitazione, danza e canto tenuti da docenti professionisti.

ʺSiamo molto felici di questo nuovo traguardo – dichiara la presidente dell’associazione – perché finalmente, grazie anche alla sinergia con il Comune di Milano, del presidente del I municipio, Fabio Arrigoni, alla preziosa collaborazione dell’assessore alla cultura Luca Foschi e del consigliere del I municipio Filippo Daniele Jarach, anche ai ragazzi del nord Italia sarà data la possibilità di formarsi in maniera seria nelle discipline dello spettacolo, creando per loro concrete opportunità di lavoro in questo ambito”.

Alla presentazione parteciperanno, tra gli altri: Fabio Arrigoni, presidente del I municipio con la delega ai servizi sociali, Luca Foschi, assessore alla cultura del I municipio, Filippo Daniele Jarach consigliere del I Municipio, Daniela Alleruzzo, presidente de L’Arte nel Cuore Onlus e Alex Pacifico, lifestyle blogger, talent scout e “ambasciatore” dell’associazione.

L’Arte nel Cuore nasce nel 2005 da un’idea di Daniela Alleruzzo e grazie al prezioso sostegno di alcuni importanti partner garantisce ai suoi 150 allievi, oltre 20 corsi, tra recitazione, musica, danza, canto, trucco e parrucco, dj, sceneggiatura, dance ability, offrendo una concreta possibilità di inserimento professionale, come dimostrano le 12 scritture per la fiction Una grande famiglia 3 (Rai 1). Alcuni allievi, inoltre, hanno partecipato a diverse produzioni cinematografiche, tra cui: Brutti e Cattivi” di Cosimo Gomez, “La verità sta in cielo” di Roberto Faenza, The Young Pope” di Paolo Sorrentino, in onda  su Sky Atlantic, perché, come recita il motto dell’Accademia, dove c’è talento non esistono barriere.

Ha ideato e realizzato Four Energy Heroes, il primo fumetto al mondo con protagonisti supereroi disabili, distribuito ogni martedì in allegato al Corriere dello Sport, sull’inserto Unicusano Focus.

Dal 21 marzo al 2 aprile 2017 alcuni allievi dell’accademia hanno debuttato alla Sala Umberto di Roma nello spettacolo di Gur Koren, Il segreto del teatro, per la regia di Lorenzo Gioielli (regia associata Virginia Franchi).

Inoltre, ha ottenuto il riconoscimento dalla Regione Lazio come Ente di Formazione Superiore con determina n.G04536 del 04/05/2016.

Attualmente sta lavorando ad un importante progetto cinematografico.

ʺSogno di una notte di mezza estateʺ è il titolo dell’ultimo spettacolo rappresentato a giugno al teatro Brancaccio di Roma, diretto da Marta Iacopini. E’ uscito a settembre, nelle sale italiane, la commedia di Cosimo Gomez, Brutti e Cattivi, che vede la partecipazione di alcuni attori dell’Accademia.

 

MISS ITALIA E DISABILITA’: ROSSELLA FIORANI LANCIA IL SUO MESSAGGIO CONTRO I PREGIUDIZI

La prima riserva del Concorso sarà la protagonista del progetto web ʺMiss Insiderʺ 
marche
 
Rossella Fiorani_foto (1)
  Non ce l’ha fatta Rossella Fiorani, ex miss equilibra Marche, ad approdare alla finalissima del 9 settembre di Miss Italia, ma rimane comunque in gara come prima riserva.La bella fanese, con i suoi oltre 10mila follower su instagram è una micro influencer e nell’anno di Miss Italia Social, l’organizzazione ha deciso di valorizzare questo aspetto inserendo Rossella nel progetto web ʺMiss Insiderʺ che racconterà, attraverso delle pillole video e degli scatti fotografici, il Concorso dall’interno svelando in anteprima  i retroscena e  le situazioni che vivono le blindatissime, aspiranti reginette.
La mamma della 19enne fanese, durante la gravidanza ha avuto problemi con il feto e Rossella è nata con alcune falangi delle mani e dei piedi fuse ed ora porta delle protesi in silicone.ʺMai sentirsi inferiori perché nella vita si può comunque riuscire, nonostante gli ostacoli: io ne sono l’esempioʺ, aveva dichiarato nei giorni scorsi la studentessa universitaria di culture e tecniche della moda, sfilando davanti agli autori.Rossella, infatti, ha una malformazione fisica, un’agenesia alle mani e ai piedi, che però non le ha impedito di partecipare alle selezioni provinciali e poi regionali del Concorso di bellezza più importante del Paese, superando tutte le fasi, fino ad approdare al Pala Arrex per le battute finali.ʺL’ America e la Francia – le ha fatto eco Patrizia Mirigliani – hanno già sfidato il concetto di bellezza e di normalità, scegliendo delle ragazze con sindrome di down come testimonial di moda e presentatrici tv; finalmente anche l’Italia comincia a pensare alle differenze non come un condizionamento negativo ma come un’opportunitàʺ.ʺRossella ha dimostrato di essere una donna forte e determinata lungo tutto il suo percorso – ha concluso la patron – e sono orgogliosa che Miss Italia abbia contribuito a veicolare un messaggio di inclusione, scardinando lo stereotipo che una donna disabile non possa essere anche bella”.Fonte:Miss Italia

 

Festa del Volontariato a Bracciano il 1° e 2 luglio con Access Emotion

Volontariato AccessEmotion partecipa per la prima volta alla Festa del Volontariato che si terrà i prossimi 1 e 2 luglio a Bracciano. Avrà così l’occasione per farsi conoscere alla cittadinanza e a tutti i partecipanti all’evento, presentando alla collettività la prima fase dell’attività sino ad ora espletata nell’ambito del progetto “Bracciano Accessibile” nonchè consegnando ufficialmente la prima sedia per disabili utilizzabile sulle acque del lago di Bracciano, grazie anche alla sponsorizzazione dell’associazione “Di. Di.” (Diversamente Disabili) e del “Leo Club” di Forlì. La Festa del Volontariato è una festa e una opportunità di incontro tra le realtà di volontariato che gravitano attorno alla zona del lago di Bracciano, ma anche un modo per aprirsi alla popolazione, per entrare in contatto con chi sta sul territorio, per essere più presenti e più visibili. Quest’anno si svolgerà in piazza IV Novembre nei giorni 1 e 2 Luglio. Il programma delle due giornate sarà il seguente: Sabato 1 luglio dalle ore 16:30 Stand delle associazioni di volontariato – Mostre fotografiche e di illustrazioni – incontri e testimonianze – Esibizioni di sport e ballo. Domenica 2 luglio dalle ore 10:00 Stand delle associazioni di volontariato – Incontri e testimonianze – Giochi per bambini – Esibizioni di Sport – Premiazioni Torneo di calcetto “Giammario Ferri” e Torneo di Volley ”Roberta Faiola” AccessEmotion in occasione delle due giornate sarà presente con uno stand dimostrativo e presenterà le sue attività presenti e future nonchè il progetto “Bracciano Accessibile”. Tale progetto ha l’obiettivo di permettere alle persone con disabilità e con esigenze specifiche di usufruire dei servizi turistici locali, compatibilmente la conformità particolare della città di Bracciano. La prima fase del progetto prevede la mappatura dei percorsi accessibili di maggiore interesse turistico. Questa attività è stata realizzata in collaborazione con gli studenti dell’Istituto “Ignazio Vian” di Bracciano, nell’ambito del progetto di Alternanza Scuola Lavoro. Il programma si è svolto dal 3 maggio fino al 16 giugno 2017 e le classi che hanno partecipato al progetto sono state le seguenti: classe I – II – III – IV – V delle sezioni A, B, C, D del Liceo Scientifico; Sezioni L, M, N del Liceo Linguistico; Sezioni X, Y del Liceo Classico, con il coinvolgimento di ben 65 studenti. L’alternanza scuola-lavoro è un’esperienza educativa, co-progettata dalla scuola con altri soggetti e istituzioni, finalizzata ad offrire agli studenti occasioni formative di alto e qualificato profilo. Il progetto Bracciano Accessibile vuole essere un’occasione di sensibilizzazione per le istituzioni, per chi lavora con il pubblico e per la filiera turistica al fine di far conoscere quelle che sono  le esigenze delle persone con disabilità che vivono nel territorio di Bracciano ma anche di chi sceglie il nostro territorio per una gita fuori porta o per vacanza. Come primo gesto concreto di attuazione di tale progetto, Access Emotion ha deciso di donare una sedia per l’accesso facilitato in acqua sul lago di Bracciano destinato alle persone con disabilità motoria.   Questa sedia è stata acquistata con la sponsorizzazione dell’Associazione Di. Di. (Diversamente Disabili) il cui presidente è Emiliano Malagoli, che nel luglio 2011 ha perso la gamba destra a seguito di un incidente stradale in moto, ma in tempi record è ritornato a correre in pista e ha deciso di voler condividere la sua passione con altri disabili. Emiliano, ha deciso di aprire la sua ONLUS per promuovere verso i giovani disabili l’attività sportiva come elemento di socialità e di recupero realizzando varie attività, tra le quali una Scuola Guida dedicata anche ai ragazzi diversamente abili che vogliono avvicinarsi o ritornare sulle due ruote e attivando un Team di piloti “speciali”, pronto a schierarsi nei principali Trofei Nazionali motoristici. Altro sponsor che ci ha supportato in questo risultato è il “Leo Club Forlì”; trattasi di un club che opera nella comunità forlivese da tantissimi anni, presieduto quest’anno da Cosimo Damiano Lisi che è stato il promotore di questa donazione ma è anche simbolo di un club che investe nei giovani della sua comunità unendo forlivesi ma anche studenti fuori sede in quanto Forlì è una cittadina universitaria facente parte del polo dell’Università di Bologna. Il “Leo Club Forlì” negli anni si è imposto tra le associazioni cittadine giovanili di beneficenza, portando a termine servizi come la riqualificazione di un conservatorio in Kosovo nel 2014, di un canile comunale gestito da volontari E.N.P.A. e si è unito insieme al suo Lions Club Padrino, il Lions Club Forlì host, in tante battaglie come la riqualificazione del reparto di pediatria oncologica dell’ospedale Morgagni di Forlì e le caratteristiche raccolte fondi come la raccolta presso la fattoria Paradiso per il progetto acque per la vita. E’ esempio di virtù giovanile entusiasmo e volontà di rendere un servizio per la comunità giovanile forlivese, un esempio per molti ragazzi, studenti e non, nonché ambito dalla maggior parte dei giovani che oscillano dai 16 ai 30 anni di età. Ospiti di eccezione della manifestazione saranno:

Nel 2012 conquista la medaglia di bronzo nei 1500 metri alle paralimpiadi di Londra,  stabilendo il record del mondo della categoria ciechi (le due atlete che l’hanno preceduta erano ipovedenti, poiché alle Paralimpiadi in quella competizione non vi erano distinzioni tra disabilità visive). Emiliano Malagoni, pilota di moto. Emiliano è un motociclista da sempre, nel corso della sua vita numerose sono state le avventure vissute in moto. Da quest’anno è il pilota “bionico” di AXO, che parteciperà ad alcune tappe della TNT Cup assieme ad Althea BMW Racing. Malagoli, portatore di una protesi in titanio alla gamba destra, correrà infatti con i colori Althea su una BMW S1000RR in configurazione stock. Emiliano è il Presidente dell’associazione Di. Di (Diversamente Disabili) progetto in cui AXO crede fortemente. Maurizio Castelli, pilota di moto di 25 anni amputato all’avambraccio al terzo raggio mediale. Ex militare, ha subito l’amputazione in seguito ad un iter ospedaliero non idilliaco, dopo 6 mesi dopo un incidente stradale avvenuto il 7 agosto 2015, dove un fuori strada gli ha tagliato la strada ed investito. Subito dopo l’amputazione si è messo in cerca di un modo nuovo per tornare in moto e l’unica persona che ha fatto si che si realizzasse il suo sogno è stato Emiliano Malagoli, che appena stabilizzato il moncone gli ha permesso di risalire in moto il 27 aprile 2016 dopo aver effettuato un corso Learn&Try che permette ai ragazzi disabili di tornare in moto. Da quel momento ha deciso di fare di più, diventando un pilota professionista, iniziando a competere in pista insieme a tutti i ragazzi della Onlus Diversamente Disabili anche con buoni risultati vincendo le prime due corse di categoria ( 600 cc ) del 2017, a Le Mans in concomitanza della MotoGP e a Vallelunga. Maurizio ci dice che non maledice quel giorno perché ha capito che è possibile fare tutto anche guidare una moto senza una parte di se, è difficile si, ma questa è la cosa che lo fa vivere e quindi da il massimo di se stesso, non maledice nemmeno la moto, come troppi fanno, perché non è la causa la disabilità ma è il motivo della mia vita e così come guidava con due braccia adesso guida anche con uno e mezzo.

Ringraziamenti:

Parrocchia SS.mo Salvatore di Bracciano; Liceo Scientifico Statale “I.Vian” di Bracciano; Archimedes 181 srl studio di Architetura di Roma

Sponsor tecnico 

1378340_1453496941542843_167632785_n15894823_1858767264369333_6133870481007912494_ndownloadstemma-bracciano-colore-2DD_logoa9282f5f-e570-4ea0-a35c-852941901a3c